La Puttana Sottomessa


By Lady Alessandra Bartis



Racconto Porno a Puntate genere : Troie e Puttane Sottomesse, Escort e Accompagnatrici



Introduzione

Sono Lady Alessandra Bartis, Milf Italiana Schiava del Sesso che ama raccontare la propria vita da Troia, "La Puttana Sottomessa" è il mio rapporto con gli Uomini, con la mia Ninfomania che mi porta in un Night Club, in una Strada, in un Parcheggio, in un Hotel di Lusso, in un Motel a ore, in qualsiasi posto dove "La Puttana Sottomessa" si nutre di Sesso, a volte violento, estremo, umiliante.

Troia Italiana, Puttane Italiane, Incontri con Troie Sottomesse a Pescara, Roma, Milano

"La Puttana Sottomessa" è un Racconto Porno che ti racconto a Puntate, per farti compagnia ogni settimana, con una nuova pubblicazione, una nuova storia di sesso sottomesso, sporco, volgare, eccitante, estremamente eccitante.


Ragazze in Webcam


Un Night Club per Vere Troie Italiane

Puntata : 1

Oggi è una fottutissima domenica mattina, è quasi mezzogiorno e non ho nesuna voglia di alzarmi dal letto, non solo per il solito Sabato sera passato al "Night Club MyVenere" ma anche perchè oggi è esattamente un anno da quando ho divorziato !

Un fottuto anno che ho scelto di essere una Puttana Sottomessa al posto di una Moglie.

Quella Dannata voglia di Cazzo che non mi abbandona mai, che mi fa inginocchiare tra le gambe di un uomo e servirlo nel migliore dei modi, per poi allargare le gambe e donargli ciò che vuole, in ogni modo possibile.

Tutto è iniziato circa un anno e mezzo fa, vestita da zoccola, minigonna, tacchi a spillo, calze a rete, top a coprire le tette e trucco da troia, ballo con la mia amica in una discoteca di Rimini, solito venerdi sera lontano dai mariti (cornuti).
Tutto come da copione, si balla, si rimorchia un uomo, si passa la serata a pomiciare, bere e magari tirare coca, poi corsa nel più vicino motel a scopare.
Il giorno dopo ci ri risveglia vicino al solito marito cornuto, come nulla fosse successo.
Ma una volta, quella sera, qualcosa è successo, un Uomo sui 50 anni, bello ed elegante, mi invita nel privè della discoteca ...
Si presenta, si chiama Tomas ....

"Alessandra, qui ormai ti conoscono un pò tutti, bella e sexy e .. troia...."

Siamo seduti su un divanetto, mi mette una mano tra le gambe, non porto le mutandine, mi infila due dita nella figa ... si avvicina con la bocca, mi bacia...
La Figa è bagnata e calda, ho una terribile voglia di Cazzo... entrano due uomini sui 30 anni, si siedono davanti a noi...

Tomas : "Le riconosco quelle come te... siete delle schiave ... schiave del Cazzo, io voglio farti capire che la tua Figa vale oro..."

Mi porta nel parcheggio della discoteca, e con i due uomini, mi violentano a turno, contro un muro, in piedi, due mi reggono e un altro mi fotte, la figa e il culo, si alternano così finchè tutti e tre non riempiono il proprio profilattico.

Poi Tomas mi porta nella sua macchina... un cazzo di mercedes più lussuoso di una casa di "beverly hills".

Tomas : "Ti abbiamo dato una lezione, e tu cosa hai fatto ? Sei venuta ... hai avuto un orgasmo... ti insegnerò a rendere oro il tuo essere Troia"

E questa verità mi ha portata oggi a lavorare nel suo Night Club MyVenere.
Un Club dove si Prostituiscono solo Troie Italiane, Mogli, Divorziate, Milf, Mature, Studentesse Universitarie ...
Non è la prima volta che faccio la Puttana ... ma per il Club MyVenere e Tomas ho lasciato mio marito e la vita che avevo prima.

Vi racconto la Sottomissione a tutto questo...

Sono una SCHIAVA ... del mio Essere Ninfomane !


Ragazze in Webcam


Cagna Sottomessa Marchiata

Puntata : 2

Guido un “Mercedes Classe C Coupé”, non è mio, me lo ha dato Tomas, il proprietario del Club, lo uso a mio piacimento e per lavoro, capirete presto il perchè.
Sono le 22:40, guido nella notte il “Mercedes Classe C Coupé”, ho un tailleur nero aderente e corto, tacchi a spillo … nella mente le parole di Tomas :

“Vai in Via XXX, citofono Z10, identificativo “La Lady”, sali, fai ciò che ti chiede, prendi ciò che ti da, 50% tu e 50% il Club come sempre, fai la brava e non ti lamentare, mi fido di te”

Parcheggio davanti il portoncino di un elegante palazzo.
Suono.
“La Lady”.
Salgo su.

Mi apre un tipo muscoloso, enorme, senza espressione.

“Vai in fondo al corridoio e poi la sala a destra, muoviti”

Corridoio, Sala.

Un tipo sui 60 anni è seduto su una poltrona davanti un camino acceso.
Luci soffuse.

“Accomodati Lady, piacere mi chiamo Edoardo”

C’è solo una poltrona…

"Piacere mio..”

Edoardo : “Avvicinati, fatti vedere… si… notevole, girati… si cosi…”

Mi palpa il culo…

Edoardo : “Inginocchiati davanti a me, dai..”

Ubbidisco…

Edoardo : Non ho mai visto una Battona bella come te…

Mi mette un dito davanti alla bocca…

Edoardo : Succhiamelo..

Ubbidisco… il dito dentro e fuori…
Poi tira indietro il dito e con la mano mi afferra il collo….

Edoardo : Ho chiesto una Lurida Cagna ! Tu lo sei ???
La Lady : Si lo sono…
Edoardo : Bene….
La mano destra stringe il mio collo…. la sinistra mi tira su il vestito e si infila dentro le mutandine…

Edoardo : Adesso apro la mia bocca e tu mi sputi dentro…
Apre la bocca e io gli sputo dentro….
Edoardo : Ancora…
Sputo ancora…
Edoardo : Ancora…
Sputo ancora…

Edoardo : Ora alzati !
Ubbidisco.
Edoardo : Togli il vestito e resta in lingerie !
Ubbidisco.
Tacchi a spillo, calze, micro mutandine e reggiseno.

Si alza, si spoglia.
E’ nudo, un pò grasso, il pisello già duro ma piccolo.
Il tipo muscoloso che mi ha aperto porta una sedia.
Edoardo si siede.
“Vieni qui Puttana!”
Vado da lui.
“Togli la lingerie e Cavalcami Troia”
Vado su di lui.
Gli infilo un profilattico che mi porge velocemente.
Mi lascio penetrare dal mini cazzo.

Edoardo : “Cavalca il cazzo e non far finta di godere, lo so che non godi col mio uccello, stai zitta a cavalcami…”

Lo cavalco…
Mi lecca le tette…
Ha il cazzo piccolo, ma dura tanto.
“Fammi godere Lurida Baldracca”
“Troia di Merda!”
“Vacca Bastarda!”
Aumento il ritmo della cavalcata.
Ancora 5 minuti
Viene rumorosamente….

Raccolgo le mie cose, mi sto per rivestire…

“Dove vai? Non hai finito…”

Mettiti nuda a 4 zampe per terra !

Ubbidisco…
Edoardo si mette dietro di me, prende qualcosa ma non capisco cosa, e poi…
Una tremenda frustata sul culo…
Dolore, urlo.
Stai zitta e subisci Sgualdrina !
Altra Frustata.
Ancora.
Ancora.
Grido…
Poi il silenzio….
“Resta li ferma Troia!”
Lo sento che scatta foto con lo smartphone.

Edoardo : “Ti ho marchiata Cagna, da oggi sarai una delle mie Cagne Sottomesse !”

Parlerò con Tomas per averti in esclusiva quando voglio.
Mi butta addosso 4 pezzi da 500 euro.
Rivestiti e Vattene !

Sono sul mio “Mercedes Classe C Coupé”, la Notte sbatte contro i vetri, le chiappe mi fanno male, torno a casa.
Mi guardo allo specchio.
Le chiappe sono segnate.
Bagno caldo.
Relax.
Ho male per le frustate...
Ho tanto male... mi tocco la figa... con un dito masturbo il clitoride...
Ho male... sto godendo...
Notte fonda.


Ragazze in Webcam


La Battona

Puntata : 3

Ore 22:50 - Club MyVenere
Sculetto tra i tavoli.
Tacchi a Spillo.
Calze a rete.
Mutandine.
Micro reggiseno.
Mi fa sedere con lui un uomo sui 45, ne bello, ne brutto, insignificante.
Mi parla della sua vita, faccio finta di ascoltare.
Si chiama Roberto.
Ogni tanto mi accarezza la gamba.
Roberto : Quanto prendi ?
La Lady : Bocca veloce in Privè o l’Amore in Stanza ?
Roberto : Bocca veloce in Privè.
La Lady : 60, me li dai dentro.
Roberto : Ok andiamo.
E’ libero il Privè 14.
Entriamo.
Una poltrona in pelle rossa.
Roberto si siede.
Mi da i 60.
Mi inginocchio.
Profilattico.
Lavoro di Bocca.
Sborrata.
Finito.

Usciamo.
Passo in cassa, lascio la metà.
Poi ancora,

Dario, Bocca Veloce, 60.
Massimo : Bocca Veloce, 60.
Davide : l’Amore in Stanza, 200, eiaculatore precoce, me la cavo in 15 minuti.
Flavio : l’Amore in Stanza, 200 + 150 extra per sesso violento...
Rudy : Bocca Veloce, 60 + 30 extra sborrata in faccia.

Vado in camerino a sistemarmi.
Sono pronta per uscire di nuovo.
Ma arriva Tomas…
Mi bacia in Bocca.
Si siede su una piccola sedia.
Si tira giù i pantaloni.
“Fammi un lavoretto veloce, dai.”
Pompa senza profilattico.
“Sei una meravigliosa Svuota Palle”
Sborra Calda, Ingoio.
Si alza …
Tomas : Alessandra mi devi fare un favore …
La Lady : Si dimmi…
Tomas : Ci sono dei clienti che vogliono privacy, e non vogliono Club, Hotel o loro appartamenti …
La Lady : Cosa mi stai chiedendo di fare ?

Tomas : Prendi il Mercedes, vai al Parco XXx, piazzola n.4 quella vicino la fontana…
La Lady : Si…

Tomas : Parcheggia con i fari accesi, aspetta li, ti mando un cliente… sale nella tua macchina, me lo lavori come desidera, prendi 150. Fai un look tipo “battona di strada”
La Lady : Ok.. vado…

Mi cambio, minigonna leopardata e top, tacchi a spillo, calze a rete.

Sono nel mio “Classe C Coupé”.
Il Parco.
Il parcheggio.

Fari accesi.
Aspetto.

Arriva un BMW nero, scende un tipo anziano sui 65.
Sale in macchina, ci presentiamo.
Si chiama Osvaldo.
Mi da i 150.
Mi chino tra le sue gambe.
Profilattico.
Lo prendo in bocca.
Succhio.
Il cazzo è normale, ma durissimo.
Poi..
“Amore ti do 100 in più…. se esci dalla macchina, ti metti sul marciapiede qui davanti e passeggi come una Prostituta di Strada…”

Esco e passeggio come una Battona di strada…
Esce pure lui…
Ha il cazzo fuori la lampo dei pantaloni… Si masturba…
“Si.. si.. sei una Battona di merda….”
Passeggio e sculetto…
“Vieni qui puttana….”
“Sei una Lurida Vacca … Girati…”
Lui dietro di me….
Allargo le gambe.. mi tolgo le mutandine… mi alzo la minigonna…
Mi giro, appoggio le mani sul cofano…
Me lo infila nella figa….
“Zoccola di merda…. godi…”
Mugolo….
Dietro di me, mi fotte e mi insulta….
“Baldracca di merda ti do altri 100 se te lo fai mettere nel culo…”
Acconsento…
Esce dalla figa e me lo infila nel culo…
Mi fa un pò male….
“Dannata Puttana lo senti nel culo??”
Mugolo forte….
Mi schiaffeggia i fianchi…
Forte.
Ripetutamente.
Viene e riempie il profilattico…
Mi paga il dovuto e scappa via…
Quando torno in macchina… mi sento strana….
Guardo il marciapiede…
Non so cosa ho dentro, ma qualcosa di strano…
Guido nella notte, non torno al Club…
Vago, la mia mente è persa, non so dove…
Mi arriva un messaggio da Tomas :
“Sei stata una brava Battona di Strada..”
“Se vuoi vai a casa per questa sera è ok.. altrimenti… vuoi tornare sul marciapiede al parco…? e ne aspetti un altro..? Rispondi Cagna …”
Ho la figa calda e bagnata...
Rispondo…
Dopo mezz’ora sono di nuovo su quel marciapiede…
La Lady fa la Battona, sculetta sui tacchi a spillo....
Arriva una macchina….
La notte ha spesso il volto del diavolo…
Ed il Diavolo la fa da .. Padrone … delle Troie Sottomesse che nella notte lo cercano.


Ragazze in Webcam


Servizio Escort e i Cofanetti

Puntata : 4

Autostrada, sono le 22.30, pioggia, guido il mio Mercedes Classe C Coupé, un aderente vestito nero, lungo con spacco enorme sulla gamba destra, micro mutandine di pizzo, tacchi a spillo e calze a rete.
Prossima Uscita : Riccione
Smartphone, trovo il nome in rubrica.
Chiamo.
“Salve Signor Giulio, sto arrivando”
Riccione, seguo le istruzioni del navigatore.
Parcheggio davanti una villa con struttura moderna a cubi, tutta bianca con cancello nero.
Mi affianco con la macchina al videocitofono.
Suono.
Il cancello si apre.
Entro.
Pioggia battente.
C’è un portoncino nero, esce un cameriere con un grande ombrello.
Mi accompagna dentro, coprendomi dalla pioggia.
Entro.
Un grande atrio che porta ad una grande sala, il rumore dei miei tacchi è forte, arredamento moderno, minimalista, c’è un grande divano in pelle scura, davanti ad un maxi schermo, spento.
Ci sono solo due piccole lampade che illuminano debolmente la sala, l’atmosfera è soft.
Faccio pochi altri passi.
Lo vedo.
Si alza.
Viene verso di me.
“Carissima, sei uno splendore”
Gli sorrido, ci baciamo sulla guancia.
Giulio è un uomo d’affari sui 50 anni che traffica con la Russia, ma non so bene di preciso cosa faccia, non mi interessa. Tomas mi ha mandata qui per un Servizio Escort che mi frutterà 2.500 euro.
Sul divano parliamo e beviamo, c’è cortesia, sembra tutto facile, finché il suo tono di voce cambia…
“Ho chiesto al tuo pappone una Escort bellissima, e me l’ha mandata…. ma… ho preteso che questa squillo di lusso fosse anche …. una zozza ubbidiente…”
“Tu lo sei ?”
Mi avvicino al suo volto, apro la bocca, gli lecco le labbra e poi con la mano destra gli palpo l’uccello sopra i pantaloni e stringendolo …
“Mi faccio fare di tutto…. sono una brava bambina… che non piange mai...”
Giulio mi fissa, con i suoi occhi scuri.
“Bene….”
Siamo soli nella sala, il cameriere è stato mandato a casa, iniziamo a limonare, lingua in bocca, mi palpa, lo palpo.

“Mignotta togliti il vestito”

Resto in lingerie e tacchi a spillo.
Giulio si spoglia.
E’ completamente nudo.
Bel fisico, completamente depilato, anche dei pettorali pronunciati, si allena in palestra, me lo aveva anticipato Tomas.
Lui è in piedi.

“Inginocchiati Troia”
“Mettiti a 4 zampe Puttana”

Si avvicina…

“Baciami i piedi Zoccola”

Gli bacio i piedi…
Poi mi mette un collare …

“Fai la brava cagna e tutto andrà bene…”
Poi prende un guinzaglio, lo allaccia al collare.

Tira la corda facendomi alzare leggermente la testa …

“Ora a 4 zampe vai avanti….”

“Forza Cagna Bastarda!

Mi porta al guinzaglio fino ad un piccolo tavolino, ci sono 4 cofanetti, numerati.
1,2,3,4.

“Battona apri il primo cofanetto, c’è il regalo di questa sera per te”

Lo apro, ci sono 5 banconote da 500 euro.

“Sono tue, tirale fuori e mettile sul lato del tavolo, le prenderai a fine serata.”

Ci sono altri tre cofanetti.

“Ora apri il secondo”

Lo apro.
C’è un piccolo pezzo di metallo, con 4 strisce di cocaina.

“Prendi con attenzione il “porta-Coca” e mettilo sul tavolino.

Sotto, nel fondo del cofanetto vedo altre banconote.

“Ora Puttana, la scelta è tua, vuoi andare avanti?”

“Se no, alzati mettiti sul divano, ti inculo con violenza e quando sarò venuto te ne andrai con i tuoi 2.500 euro.”

“Se vuoi continuare, prendi le banconote nel fondo di questo secondo cofanetto, sono altri 5 pezzi da 500 l’uno, sono tue, ma…”
“Dovrai sniffare tutta la coca, mentre io farò ciò che voglio di te.”
“Sarai drogata e stuprata, violata, umiliata.”

“Puttana cosa fai?”

Prendo le altre banconote, altri 2.500 e li metto sopra gli altri 2.500.
Sono 5.000

“A 4 zampe, sniffa battona cocainomane!”

Inizio a sniffare.
Ed inizio a sentire sul mio culo il dolore dei calci.
Mi sta prendendo a calci nel culo….

“Lurida Puttana!

Calci il culo, il volto mi sbatte sul piattino, la coca, oltre che nel naso mi inonda la faccia.

Poi alterna i calci con fortissimi schiaffi sulle chiappe, il dolore aumenta, continuo a sniffare.

Sto perdendo il controllo, gira tutto e dentro non so più cosa ho…

Cado a terra …
Non capisco più nulla….
Sento delle voci, ma non riesco a vedere bene, sono in uno strano dormiveglia, capisco che due uomini mi prendono, mi sbattono sul divano, mi mettono a pecora, appoggiando il mio corpo contro la spalliera, sono fatta, ma capisco che dietro di me, alcuni uomini, non so quanti, si stanno alternando dentro la mia figa e anche nel mio culo.
Mi tirano i capelli mentre mi fottono, le voci le sento come fossero in lontananza.
Poi vedo uomini anche davanti a me, dietro il divano, ma capisco poco.
Mi mettono il cazzo in bocca ma allo stesso tempo dietro di me mi sfondano il culo.
Quanti ne sono non capisco…
Sento dei schizzi di sborra in faccia.
Il culo mi fa male… lo sento dilatato.
Poi perdo i sensi…
Quando mi sveglio sono per terra, sul pavimento…
Un tiepido raggio di sole mi colpisce sui miei occhi appena aperti, c’è ancora Giulio sul divano, nudo.

“Troia, ben svegliata”
“Tirati su a 4 zampe, hai quasi finito il lavoro”
Mi tiro su, mi sento a pezzi.
Mi fa tanto male il buco del culo.

“Guarda il tavolino, ci sono altri 2 cofanetti”
“Apri il numero 3”

Lo apro.
Ci sono altre banconote.

“Sono altri 2.500, se vuoi prendili.”
O ci fermiamo qui.
“Se li prendi…”
“Ti assumi la responsabilità di fare ciò che c’è scritto nel biglietto che trovi sotto le banconote.”
Prendo i soldi, li metto con gli altri.
Sono in tutto 7.500.
Prendo il biglietto.

“Leggilo ad alta voce vacca!”

Mi schiarisco la voce, ho male ovunque, la testa mi sta per esplodere, la vista è un pò offuscata.

Leggo ad alta voce.

“Mio Signore, Pisciami in Bocca, la Supplico”

Qualche secondo, ed in ginocchio davanti a Giulio apro devotamente la bocca, il suo cazzo entra leggermente, solo con la grossa cappella…

“Sono il tuo Signore, Bevi ciò che ti dono”

Piscio caldo mi riempie la bocca, scivolando in gola… ogni tanto mi sento soffocare e chiudendo brevemente la bocca, il piscio mi cade sulle tette.

“Ingoia tutto Lurida Baldracca!”

Ingoio tutto.
Vari conati di vomito, ma faccio la brava.

“Sei una zozza sottomessa come mi diceva Tomas…”

Ora te ne puoi andare a fare in culo con i tuoi 7.500 euro, sei stata una brava prostituta ubbidiente.

Altrimenti, se vuoi osare.. c’è l’ultimo cofanetto….

Guardo Giulio, poi fisso il cofanetto…

“Aprilo e decidi cosa fare”

Apro il cofanetto.

C’è un meraviglioso Anello traforato Bulgari “DIVAS' DREAM” in oro rosa 18 kt con tormalina rosa e pavé di diamanti.

Costa più o meno 12.500 euro…

Lo fisso, non capisco …

Poi Giulio…

“E’ tuo… è per il coraggio e la tenacia per essere arrivata all'ultimo cofanetto …”

Sono senza parole…

Si avvicina, prende l'anello e me lo infila al dito…
Poi mi fa alzare…. mi aiuta a rivestirmi.
Mi mette tutti i soldi dentro la mia piccola borsetta.
E’ gentile.

“Tu da oggi sei una delle mie Schiave.”
“Ti chiamerò ancora.”
“Potrai rifiutare.”

“Dimmi…”

“Verrai o rifiuterai… ?”

Lo guardo…
Mi avvicino…
Gli lecco ancora le labbra… e …

“Signor Giulio, sono la sua Schiava. Tornerò.”

Vado via… tra il rumore dei miei tacchi… sculettando .. come la Regina delle Puttane Sottomesse !


... presto una nuova puntata ...